DeepDrive DeepDrive

DeepDrive: Un nuovo motore elettrico promette prestazioni e risparmio

Il motore DeepDrive sfrutta una tecnologia a doppio rotore e flusso radiale e offre più potenza, efficienza e affidabilità

Un’azienda tedesca ha presentato alla fiera IAA 2023 un innovativo motore elettrico che potrebbe rivoluzionare il mercato delle auto a zero emissioni. Si tratta del motore DeepDrive CSD, che sfrutta una tecnologia a doppio rotore e flusso radiale per offrire più potenza, efficienza e affidabilità a minor costo rispetto ai motori tradizionali.

Il motore DeepDrive sfrutta una tecnologia a doppio rotore e flusso radiale e offre più potenza, efficienza e affidabilità

Il motore DeepDrive CSD è basato su un principio fisico diverso da quello dei motori elettrici convenzionali, che sono di tipo assiale o trasversale. In questi motori, il rotore (la parte mobile) è circondato dallo statore (la parte fissa), che genera il campo magnetico necessario per far girare il rotore. Il flusso magnetico segue quindi una direzione parallela o perpendicolare all’asse di rotazione.

Nel motore DeepDrive CSD, invece, ci sono due rotori che ruotano attorno a uno statore centrale. Il flusso magnetico segue una direzione radiale, cioè dal centro verso l’esterno o viceversa. Questo permette di avere una maggiore densità di flusso e una migliore distribuzione del campo magnetico, con conseguenti vantaggi in termini di prestazioni e consumi.

 Il motore DeepDrive CSD presenta diversi vantaggi rispetto ai motori elettrici tradizionali, sia dal punto di vista tecnico che economico. Tra i principali, si possono citare:  Una riduzione del 80% dell’uso di ferro e del 50% dell’uso di magneti permanenti, che sono materiali costosi e difficili da reperire. Inoltre, si può usare un tipo di magnete meno pregiato, senza perdere in efficienza. Un aumento del 20% dell’efficienza del motore, che si traduce in una maggiore autonomia delle batterie e in una minore dissipazione di calore. Questo significa anche che si possono usare batterie più piccole e leggere, con un ulteriore risparmio di costi e peso.  Un costo inferiore a 1.000 dollari per asse motrice, contro i 1.500-2.000 dollari dei motori attuali. Questo rende il motore DeepDrive CSD competitivo anche con i motori a combustione interna, senza contare i minori costi di manutenzione e gestione.

DeepDrive

Il motore DeepDrive CSD è stato presentato in due versioni: la CSD 450 e la CSD 700. La prima ha una potenza massima di 230 kW (313 CV) e un peso di circa 68 kg, ed è pensata per auto di segmento B o C con trazione anteriore o posteriore, o per auto di segmento superiore con trazione integrale. La seconda ha una potenza massima di 350 kW (476 CV) e un peso di circa 80 kg, ed è destinata a auto di segmento D o superiore con trazione posteriore o integrale

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!