Ferrari 250 GTO Ferrari 250 GTO

Ferrari 250 GTO: in vendita un esemplare restaurato da poco

Opportunità imperdibile per i paperoni con le auto del “cavallino rampante” nel cuore. Una Ferrari speciale torna in vendita.

Quando una Ferrari 250 GTO torna sul mercato, è un evento epocale per il mondo del collezionismo (e non solo). Stiamo parlando della “rossa” più venerata di sempre, quindi della regina assoluta fra le auto. Nulla le può essere paragonato. Avere in garage un mezzo del genere è il sogno di tutti, ma solo pochissimi fortunati possono accarezzare l’idea di tentare l’acquisto. Qui le cifre in ballo sono faraoniche.

Per chi naviga nell’oro, una straordinaria opportunità viene offerta da Tom Hartley Jnr Ltd, mitico rivenditore d’oltremanica, che sta gestendo il processo di vendita di un esemplare della specie. Si tratta di quello con telaio numero 3527 GT. Nella scheda di vendita si legge che l’auto mantiene ancora telaio, carrozzeria, motore, cambio e asse posteriore originali. Se mi potessi permettere lo shopping, non ci penserei un istante a fare la mia offerta.

Ferrari 250 GTO
Foto da profilo Facebook Tom Hartley Jnr Ltd

Questa Ferrari 250 GTO del 1962 fu consegnata nuova dal Garage Francorchamps, in Belgio. Ha corso in gara coi colori della Scuderia Filippinetti ed è stata custodita in garage, nel corso degli anni, da alcuni importanti collezionisti. Fresca di restauro, torna ora sul mercato, per tentare in modo irresistibile i paperoni del pianeta. Speriamo che finisca nelle mani di un vero appassionato, non di un ricco speculatore.

Guardando le foto si nota l’abbinamento, non proprio ricorrente per il modello, fra la carrozzeria rossa e gli interni in pelle marrone chiaro. La Ferrari 250 GTO, come dicevamo, è la “rossa” più iconica di sempre. Ad oltre 60 anni dalla nascita fa battere il cuore più di ogni altra creatura a quattro ruote. La sola pronuncia del suo nome fa venire i brividi d’emozione agli appassionati (e non solo a loro).

Sotto il lungo cofano anteriore pulsa un motore V12 da 3.0 litri di cilindrata, che sviluppa una potenza massima nell’ordine dei 300 cavalli, per una punta velocistica di circa 290 km/h. Il tutto liberando nell’aria delle melodie a dir poco inebrianti, che si fissano in modo naturale nell’apparato emotivo, come i suoi lineamenti da antologia. Bella e veloce, la Ferrari 250 GTO fu un’auto straordinariamente vincente, come dimostrano i tre titoli mondiali messi in cassa tra il 1962 e il 1964. Averne una significa custodire un pezzo della più nobile storia automobilistica.

Fonte | Tom Hartley Jnr Ltd

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!