Ferrari SF90 Assetto Fiorano Ferrari SF90 Assetto Fiorano

Ferrari SF90 Assetto Fiorano, ancora più esclusiva: ne esiste solo una al mondo

La Ferrari SF90 Assetto Fiorano diventa ancora più esclusiva, declinata in una one-off color Grigio Competizione dalla striscia biancorossa.

Tra i numerosi modelli di Maranello capaci di entrare nelle grazie generali, la Ferrari SF90 Spider occupa un posto speciale. Poche auto come lei hanno saputo segnare un prima e un dopo nella storia contemporanea del Cavallino Rampante. Che permette ai clienti più facoltosi di mettere le mani su vetture uniche, realizzate su misura, come un sarto fa con le proprie creazioni. Il reparto Tailor Mode svela una one-off spettacolare, dotata di una forte personalità e con tratti estetici spettacolari. Basata sull’Assetto Fiorano, rafforza la sensazione di trovarsi dinanzi a un bolide di carattere racing, riflesso in uno stile estetico di eccellente fattura.

Ferrari SF90 Assetto Fiorano: la one-off Grigio Competizione

Ferrari SF90 Assetto Fiorano

Al centro stile è stato commissionata una creazione dal marcato carattere, capace di mettere in ombra persino le sorelle. Verniciata in tinta Grigio Competizione, vanta delle strisce lucide asimmetriche Bianco King e Rosso Corsa. Favorita da una base già di eccezionale fattura, l’impronta conferita permette di distinguerla dal resto della famiglia, per la gioia dell’acquirente, desideroso di un bolide unico nel suo genere. Attraverso il profilo social ufficiale, l’esclusiva Ferrari SF90 Spider Assetto Fiorano viene mostrata in ogni singolo dettaglio, dagli esterni agli interni. È percepibile l’orgoglio provato dall’azienda per la creazione, facile da comprendere.

Ferrari SF90 Assetto Fiorano

Abituati alle meraviglie del Costruttore emiliano, ormai sembra mera prassi un veicolo del genere. Ma se fosse uscito sotto un altro brand staremmo qui a parlare di miracolo, anche sotto il fronte meccanico. Sotto il cofano, batte il solito otto cilindri biturbo da 4.0 litri, che fa della potenza la sua cifra distintiva, sviluppando la bellezza di 1.000 cavalli. Non sappiamo quanto sia stato necessario spendere per acquistarlo, tuttavia ogni centesimo è ben speso. Rifatevi gli occhi con le foto condivise: converrete pure voi che i progettisti si sono superati nel lavoro. Lo stesso Commendatore, se solo fosse ancora qui con noi, sarebbe probabilmente orgoglioso dell’opera, espressione totale di magnificenza.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!