Jaguar XJ Jaguar XJ

Jaguar XJ, erede in arrivo: tutto sulla nuova berlina elettrica

Raccoglierà l’eredità spirituale della XJ la nuova berlina elettrica che la Jaguar lancerà in commercio nei prossimi anni.

La Jaguar XJ ha rappresentato una pagina degna di nota per la storia recente della Casa di Coventry. Quando è stato annunciato il pensionamento, i fan hanno provato subito un forte dispiacere, unito anche a un po’ di disappunto. Perché ok, i mezzi a ruote alte costituiscono il genere più gettonato, ma chi predilige qualcosa di dinamico ed esuberante rischia di essere tagliato fuori. Oltretutto, le prime indiscrezioni riferivano che vi fosse l’idea di immettere sul mercato dopo una GT (confermata per il 2025) due crossover.

Jaguar: come il vuoto lasciato dalla XJ verrà colmato

Jaguar XJ

Adesso, però, viene a galla un’altra realtà, illustrata dall’autorevole magazine Autocar. Ebbene, se il suv top level vedrà effettivamente la luce, con lei arriverà pure una berlina a trazione 100 per cento elettrica, che richiamerà, almeno a livello filosofico, il predecessore. Le caratteristiche saranno, invece, ben differenti, così come il resto della futura famiglia di prodotti. Poggerà sulla JEA, un’architettura esclusiva del marchio. Ne avevano parlato in tempi non sospetti lo stesso numero uno di JLR, Adrian Mardell, dell’esigenza di avere un pianale esclusivo, tale da conseguire gli standard tecnici prefissati.

Il look della berlina elettrica sarò minimalista, dalle dimensioni simili alla Bentley Mulsanne (lunga 5.575 mm nella versione di base), con una silhouette bassa, definita da superfici affilate e proporzioni generose. In un inedito schema distintivo sarà realizzata la parte anteriore, sviluppata attorno a una sorta di griglia non funzionale. Nonostante sia inutile nel caso delle bev, quest’ultimo tratto sarà condiviso dalle produzioni future. Il tetto sarà “fluttuante”, i cerchi da 22 pollici avranno un design facilmente riconoscibile e i colori disponibili saranno molto accattivanti, con l’oro e l’argento inseriti nella generosa tavolozza cromatica.

Al posto degli classici specchietti anteriori, verranno implementate delle telecamere compatte. Dietro mancherà il lunotto posteriore, una scelta che richiamerà la classica configurazione delle Polestar. Gli interni saranno, infine, di gran lusso, comprensivi di un display dietro al volante da cui gestire le funzioni di infotainment, due sui sedili anteriori per i passeggeri posteriori e uno schermo deputato alla regolazione di climatizzatore e impianto audio.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!