Porsche 944 Porsche 944

Porsche 944: un’auto sportiva fruibile e versatile

La Porsche 944 non è il primo modello che viene in mente quando si pensa alla casa di Stoccarda. Il suo carisma è lontano anni luce da quello delle auto iconiche del marchio, che hanno fatto sognare milioni di persone. Questa vettura, del resto, è nata senza l’ambizione di consegnarsi alla leggenda, ma con il più banale obiettivo di allargare verso il basso la base commerciale, per aumentare in modo significativo i volumi di vendita.

Con oltre 163 mila esemplari prodotti, dal 1982 al 1991, si può dire che l’operazione andò a buon fine. Mai, prima di lei, il costruttore tedesco aveva raggiunto numeri del genere. Solo con l’avvento della Boxster fece meglio. La Porsche 944 si basava sulla piattaforma della 924, di cui era una variante più vigorosa. Il taglio stilistico metteva in evidenza la discendenza. Identica l’architettura generale, con motore anteriore e trazione posteriore. Qui, oltre alla versione coupé, era disponibile anche una versione cabriolet.

Nel corso degli anni il modello fu proposto con varie motorizzazioni, ad alimentazione atmosferica o con sovralimentazione. Dopo di lei giunse la 968, abbastanza diversa. In questo post ci occupiamo però della Porsche 944. Questa vettura, nell’allestimento di accesso alla gamma, godeva della spinta di un 4 cilindri in linea da 2,5 litri di cilindrata, capace di erogare 163 cavalli di potenza massima, per uno scatto da 0 a 100 km/h in 8,4 secondi e una velocità di 220 km/h.

Poi giunse la versione Turbo, che conferiva ulteriori doti di grinta al propulsore, portandolo a quota 220 cavalli, per una punta velocistica di 245 km/h. Il suo debutto avvenne nel 1985. Due anni dopo fece il suo ingresso in gamma la 944 S, aspirata ma a 16 valvole, con 190 cavalli al servizio del piede destro. Nel 1988 fu il turno della Porsche 944 Turbo S da 250 cavalli. L’arrivo in società della 944 S2, avvenuto poco dopo, limitò ad un singolo allestimento le versioni ad alimentazione atmosferica, con un cuore da 3,0 litri e 211 cavalli. Di questo modello fu creata anche una variante aperta: la Cabriolet.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!