Rimac Nevera batte 23 record di velocità in un solo giorno

Rimac Nevera

Sul fatto che le auto elettriche più vigorose abbiano un’accelerazione da missile, nessuno aveva dubbi, ma i numeri segnati nelle scorse ore dalla Rimac Nevera si spingono oltre la portata della fantasia. L’hypercar elettrica croata ha messo a segno ben 23 record in un solo giorno. Nella grafica a seguire, pubblicata dai colleghi di carscoops, potrete vedere nel dettaglio i singoli primati. Qui ci concentriamo sui più significativi.

Contro i 1914 cavalli di potenza e i 2360 Nm di coppia della Rimac Nevera, gli altri modelli non possono che soccombere, almeno al momento. Sembra passato un secolo da quando Bugatti fissava i riferimenti prestazionali con la Veyron. Qui siamo su un altro pianeta, anche rispetto alla Chiron. Persino la Pininfarina Battista deve arrendersi alla “cugina” croata, perdendo i primati acquisiti in precedenza. Questa settimana, infatti, la Rimac Nevera è tornata sul gradino più alto del podio nell’ambito delle performance.

Rimac Nevera

Ecco alcune cifre, molto esplicative: il quarto di miglio (circa 400 metri) è stato liquidato in 8.25 secondi, il passaggio da 0 a 300 km/h è finito nel mondo dei ricordi dopo 9.2 secondi, quello da 0 a 400 km/h in 21.31 secondi. Sono dati strabilianti, quasi fuori dalla portata umana. Ancora di più colpisce il tempo impiegato dalla vettura per scattare da 0 a 400 km/h e poi fermarsi: soli 29.3 secondi.

Un risultato che piace particolarmente agli uomini della casa croata, perché mette in risalto la perfetta miscela fra potenza, trazione, accelerazione, aerodinamica, forza frenante ed aderenza. Insomma, una performance che dà la misura definitiva delle prestazioni rettilinee di una hypercar. Il precedente record apparteneva alla Koenigsegg Agera RS, con 31.49 secondi. La Bugatti Chiron ha bisogno di 42 secondi per eseguire lo stesso lavoro.

I risultati prima esposti della Rimac Nevera, insieme ai molti altri illustrati dalla grafica che accompagna il post, sono stati registrati in Germania e verificati in modo indipendente. Che dire? Tanto di cappello agli uomini e alle donne che hanno saputo spingersi a questi livelli.