Skoda Fabia Skoda Fabia

Skoda Fabia: possibile una nuova generazione

Con il passo indietro sull’Euro 7, crescono le probabilità che la Skoda Fabia esca sul mercato con una seconda generazione.

Italia, Francia, Spagna e Repubblica Ceca sembrano aver vinto la loro battaglia contro lo standard di emissioni Euro 7. Secondo gli oppositori, fissare il limite per il 2025 sarebbe stato troppo prematuro e avrebbe messo a repentaglio i bilanci delle case automobilistiche durante il processo di transizione verso i veicoli elettrici. Il passo indietro (almeno momentaneo) potrebbe anche avere ripercussioni sul futuro della piccola Skoda Fabia, uscita nel 2021, che riceverà un restyling nel 2028. E non è esclusa nemmeno l’ipotesi di una seconda generazione, come dichiarato dal CEO del marchio, Klaus Zellmer, ad Autocar.

Skoda Fabia: crescono le probabilità di una seconda generazione

Skoda Fabia

Il dirigente di Skoda accoglie con favore la decisione della Commissione UE, anche se sottolinea che nulla è ancora ufficiale in quanto manca la ratifica. Ritiene che sia un po’ eccessivo dire che questa decisione abbia salvato la Skoda Fabia, ma forse ne ha allungato la sua aspettativa di vita. Alla fine, sarà il mercato a decidere, quindi monitoreranno l’interesse del pubblico tra cinque o dieci anni. Se registreranno una domanda sufficiente, allora ci saranno pure delle opportunità per un secondo atto.

Nel frattempo, l’attenzione è focalizzata sulla sospensione delle normative Euro 7. Fonti ben informate suggeriscono che la attuale normativa Euro 6 rimarrà in vigore, riducendo notevolmente i costi legati ai catalizzatori e ai motori. Zellmer non è stato in grado di determinare con esattezza quanti anni effettivi potrà durare la Skoda Fabia, poiché sarà il pubblico di riferimento a decidere.

Fino a quando le vendite rimarranno solide, non c’è motivo di affrettare il ritiro dal mercato. Nel frattempo, anche la classe politica italiana ha accolto con favore la risoluzione dell’UE. Il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, ha elogiato la svolta, affermando che la legislazione Euro 7 ha cambiato le prospettive e ciò va a suo vantaggio, ma il tempo aggiuntivo concesso alle aziende permetterà loro di prepararsi meglio.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!