tesla shanghai tesla shanghai

Tesla festeggia la produzione dell’auto numero 2.000.000 a Shanghai

Tesla ha celebrato la duemilionesima auto prodotta nella propria Giga Factory di Shanghai: ecco come si è arrivati a tali numeri.

Tesla ha festeggiato la produzione della duemilionesima auto elettrica nello stabilimento di Shanghai in Cina, che produce la Model 3 e la Model Y.

Ricordiamo che Tesla Giga Shanghai è entrata in funzione alla fine del 2019 dopo una costruzione senza precedenti, iniziata il 7 gennaio 2019 e terminata in tempi record. Inizialmente la produzione riguardava solo la Model 3, ma tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021 Elon Musk ha allargato le maglie prevedendo la produzione e la vendita anche della Model Y.

La fabbrica ha prodotto il primo milione di auto elettriche nell’agosto 2022, in soli 33 mesi dal varo del primo modello. Il secondo milione di unità è stato raggiunto in soli 13 mesi.

Come riferimento, la produzione cumulativa di Tesla (ovvero, quella di tutti gli stabilimenti) è attualmente di circa cinque milioni di unità: ne deriva che la fabbrica di Shanghai è responsabile di due quinti di tutte le Tesla e, potenzialmente, più della metà quest’anno.

tesla shanghai

Un impianto straordinario che viaggia oltre i ritmi stimati

Tesla Giga Shanghai è il più grande sito di produzione di auto completamente elettriche al mondo, con una capacità produttiva installata che si ritiene superi il milione di unità all’anno. Tesla descrive la capacità dell’impianto come superiore a 750.000 unità all’anno, ma i dati mostrano chiaramente che l’impianto è attualmente in una fase di sfruttamento molto più intensivo, con oltre 935.000 unità che sono state vendute localmente o esportate negli ultimi 12 mesi.

A conferma della particolarità di questo impianto, vale anche la pena condividere come Tesla sia stata la prima casa automobilistica straniera a cui è stato permesso di aprire un sito produttivo interamente di proprietà, invece di una joint venture al 50% in Cina, come di norma avviene quando nel mercato cinese entra un operatore straniero.

Allo stato attuale delle cose, lo stabilimento di Shanghai produce soprattutto la Model Y (circa due volte più della Model 3), ma gli equilibri potrebbero forse cambiare ora che lo stabilimento ha avviato anche la produzione della Model 3 in chiave “rinnovata”.

L’impianto Tesla di Shanghai è un fondamentale hub per l’export

Peraltro, se inizialmente la fabbrica cinese era concentrata prevalentemente sul mercato locale, in seguito è diventata il principale hub di esportazione di Tesla, supportando i mercati circostanti e anche l’Europa e il Canada. Fino alla fine di luglio, le esportazioni avevano infatti superato le 215.000 unità, mentre le vendite locali avevano raggiunto le 325.000 unità. È però molto probabile che le esportazioni continuino ad aumentare, fino a raggiungere le vendite locali in futuro.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!