tesla model 3 tesla model 3

Tesla Model 3: che accade se la guidi a 200 km/h per 45 minuti?

A quali conseguenze andrebbe incontro una Tesla Model 3 se tenesse i 200 km/h per 45 minuti? Al curioso interogativo dà risposta lo youtuber Bjørn Nyland, il quale l’ha sottoposta a una serie di test lungo le autostrade tedesche (Autobahn). Il motivo per cui ha scelto proprio queste è facile: non hanno limiti massimi di velocità, diversamente, ad esempio, da quelle delle nostra penisola, dove vige il tetto dei 130 km/h.

Tesla Model 3 a 200 km/h per 45 minuti: il test sulle autostrade tedesche

tesla model 3

La Tesla Model 3 è uno dei modelli più efficienti in circolazione. Tuttavia, vi sono delle criticità generale di cui prendere atto nell’utilizzo delle vetture a zero emissioni. Nella fattispecie, surriscaldare l’accumulatore con una percorrenza parecchio sostenuta ha delle controindicazioni in termini di longevità. Nonostante i tecnici della Tesla abbiano compiuto dei notevoli passi in avanti rispetto ai veicoli del passato, dei problemi strutturali permangono. Il filmato condiviso sul web da Nyland ne dà la conferma.

tesla model 3

L’idea della star del web era di tenere i 200 km/h con la sua Tesla Model 3 lungo le Autobahn per 45 minuti, la durata esatta di un tempo da calcio. Ebbene, l’esemplare si è ben comportato, senza dare particolari grattacapi. Il viaggio è filato liscio come l’olio, fino al punto in cui è giunta una scoperta. Che sicuramente dissuaderà chi è già combattuto se ordinare o meno una bev.

YouTube video

A dispetto dell’ottima tenuta, una volta trascorsi i 45 minuti, la Tesla Model 3 aveva le… pile scariche. Avviatasi al viaggio con il 100 per cento di autonomia, il display ne indicava appena l’11 per cento. Insomma, era quasi a secco e lo youtuber ha preferito chiudere così la dimostrazione. La ragione, come abbiamo detto sopra, è da attribuirsi al surriscaldamento della batteria, dato dalla velocità di crociera mantenuta a lungo. Comunque, nella guida di tutti i giorni è uno scenario remoto. Inoltre, i tecnici hanno apportato delle migliorie di recente riguardo al sistema di raffreddamento.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!