Alfa Romeo Tonale PHEV alla prova su strada: sarà davvero così buona?

Alfa Romeo Tonale PHEV

Nella svolta verso la mobilità a basse e zero emissioni, il marchio Alfa Romeo compie un passo in avanti con la Tonale in versione plug-in hybrid. Specie se rapportato al prezzo, il comportamento su strada della vettura è apprezzabile, capace di soddisfare a pieno le esigenze del pubblico.

Secondo quanto sostengono i piani alti della compagnia, la svolta verso la mobilità green è un principio chiave, che caratterizzerà le future produzioni.

Sotto il profilo estetico, questa nuova variante è praticamente identica al resto della famiglia, tolti lo sportello di ricarica, i terminali di scarico e il logo. Il celebre simbolo del Biscione assume, infatti, la forma di una spina. Un dettaglio che agli storici fan del marchio potrebbe non essere così tanto gradito. Ma sono pur sempre punti di vista.

Alfa Romeo Tonale PHEV sotto esame: il comportamento su strada

Alfa Romeo Tonale PHEV

La dinamica dell’Alfa Romeo Tonale PHEV è ottima, specie quando viene selezionato il programma “D” che sta, appunto, per “Dynamic”. La sospensione attiva, di serie sulla Veloce, si fa più rigida. Inoltre, lo sterzo si indurisce ed è sempre all’erta il motore elettrico posteriore, portato a 90 kW (122 CV) e 250 Nm di coppia motrice massima.

Davanti è presente la solita unità, accanto a un 1.3 MultiAir Turbo, mentre la trasmissione è automatica a 6 rapporti. In totale vengono erogati ben 280 CV, che le valgono il titolo di Tonale più performante. Numeri alla mano, la spinta del powertrain consente di coprire lo “0-100” in appena 6,2 secondi e una velocità di picco di 206 km/h.

Alfa Romeo Tonale PHEV

Inoltre, brilla in efficienza, dato il consumo medio di 1,3 litri ogni 100 km nel ciclo WLTP. La batteria, ricaricabile in corrente alternata fino a 7,4 kW in circa due ore e mezza, ha una capacità di 15,5 kWh (12 effettivi), per un’autonomia di 62 km nel ciclo WLTP (80 nell’urbano). Selezionando la modalità Advanced Efficiency, l’Alfa Romeo Tonale PHEV permette di ottimizzare al meglio ogni briciolo di energia, dato il sofisticato sistema adottato. Occhio, però: con il programma Natural, a una velocità sostenuta di 120 km/h, la batteria si esaurisce prima di aver esaurito i 200 km. Uomo avvisato, mezzo salvato…