Alfa Romeo TZ3 Stradale Alfa Romeo TZ3 Stradale

Alfa Romeo TZ3 Stradale: la Tubolare Zagato moderna

L’Alfa Romeo TZ3 Stradale del 2010 ha dato continuità a una stirpe di modelli nobili entrati nella storia della casa del “Biscione”. Quelle perle dell’era romantica nacquero col supporto dell’Autodelta di Carlo Chiti. Siamo parlando della TZ e della TZ2. Le lettere presenti nella sigla erano l’acronimo di Tubolare Zagato ed illustravano l’architettura del telaio, plasmato in acciaio al nickel-cromo a sezioni variabili. Furono delle auto molto riuscite, che seppero mettersi in luce nell’universo agonistico.

La TZ3 Stradale diede un seguito alla specie, a partire dal 2011, anno in cui furono consegnati i 9 esemplari di questa tiratura limitata, anticipata dalla versione Corsa in esemplare unico del 2010. Anche se il look era classicheggiante, per legarsi alle illustri progenitrici, qui il loro spirito veniva traslato nell’era moderna. Ancora una volta tornò a brillare lo storico sodalizio fra Zagato e la casa milanese, che evocava piacevoli memorie.

Destinata ai grandi cultori del marchio, l’Alfa Romeo TZ3 Stradale si basava sulla Dodge Viper ACR, anch’essa nata nella stessa galassia produttiva. Dalla vettura statunitense giungeva il motore da 8.4 litri di cilindrata. Stiamo parlando di un V10 in alluminio, capace di sviluppare una potenza massima di 600 cavalli a 6100 giri al minuto e una coppia massima di 760 Nm a 5000 giri al minuto. Tanta energia veniva scaricata a terra, sulle ruote posteriori, con l’ausilio di un cambio manuale a 6 marce.

Il quadro prestazionale era all’altezza, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3.6 secondi e una velocità massima di 325 km/h. Non ci vuole molto a capire come un’auto del genere, per le cifre in ballo e per la sua natura analogica, richieda un certo manico per sfruttarne il potenziale, nei contesti ambientali ove ciò sia possibile. La cosa bella dell’Alfa Romeo TZ3 Stradale è che, comunque, per ricevere in cambio delle strepitose scariche di adrenalina, non bisogna spingersi al limite: basta anche una semplice passeggiata. Il divertimento di guida è sempre alto.

YouTube video
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!