audi crash test audi crash test

Audi apre un nuovo impianto di crash test in Germania

Audi ha inaugurato il nuovo Centro per la sicurezza dei veicoli presso il parco tecnologico di Ingolstadt, in Germania. La struttura consentirà alla casa automobilistica di eseguire numerosi tipi di crash test prima del lancio di un nuovo modello, in una strategia di miglioramento ulteriore della sicurezza dei propri veicoli, elettrici o a combustione.

La struttura, la cui costruzione è durata tre anni, è costata circa 100 milioni di euro e fornisce impiego a circa 100 dipendenti. Audi ha progettato la struttura pensando al futuro, assicurando che il centro possa eseguire test che vanno oltre gli attuali standard di crash che l’azienda deve rispettare nei vari mercati.

Ancora, l’edificio consentirà inoltre ad Audi di condurre un gran numero e una varietà di crash test rispetto alla struttura precedente: l’impianto è di fatti dotato di un particolare e ampio pavimento per crash test integrato e privo di supporti, con telecamere ad alta velocità e illuminazione a LED all’avanguardia.

L’arena di prova è invece dotata di diverse corsie d’urto incrociate che consentono ad Audi di effettuare crash a 90 gradi tra due veicoli. Inoltre, consente all’azienda di far schiantare le auto lateralmente contro gli ostacoli. L’edificio ospita anche un laboratorio per manichini, banchi di prova per componenti, uffici e officine.

audi crash test

Un nuovo passo in avanti per rendere le Audi ancora più sicure

Per le sue valutazioni Audi utilizzerà più di 60 diversi manichini per crash test THOR, di dimensioni variabili da un bambino di 18 mesi a un adulto di 225 chili. I manichini hanno fino a 150 sensori e sono solo un pezzo di un puzzle di dati più grande, considerato che saranno integrati con le scansioni tridimensionali, che aiuteranno a loro volta ad elaborare le deformazioni post-test dei veicoli, mentre il tracciamento del movimento aiuta a catturare la sequenza degli eventi.

Anche le simulazioni al computer svolgono un ruolo importante nei crash test: Audi esegue decine di migliaia di incidenti virtuali prima ancora di costruire un prototipo. Il Centro IT dell’azienda, situato nello stesso parco tecnologico, assiste in questi test il personale operante nell’impianto, al fine di creare le migliori sinergie in vista dei risultati finali dei processi di valutazione.

Una lunga storia di successi

L’attenzione di Audi per la sicurezza risale a più di 80 anni fa. Nel 1970 l’azienda ha aperto la prima sala prove a Ingolstadt, che ha utilizzato per i successivi 50 anni. Nel 1972, Audi ha introdotto nella struttura i manichini per i crash test. L’impegno dell’azienda nella realizzazione di veicoli più sicuri le è valso le migliori valutazioni di sicurezza in tutto il mondo.

Gli sforzi di Audi per produrre auto sicure stanno dando i loro frutti negli Stati Uniti. Quest’anno, l’Insurance Institute for Highway Safety ha premiato sette modelli Audi con il Top Safety Pick Award: cinque hanno ottenuto anche la designazione Top Safety Pick+, come l’Audi A5 2023.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!