Carburante in auto Carburante in auto

Come sapere quando cambiare il filtro della benzina in macchina

Il filtro della benzina è, ça va sans dire, un filtro, volto a raccogliere e trattenere le impurità contenute nel carburante, i quali possono provocare dei danni alla vettura. Che, proprio grazie al suo importante contributo, funziona nella maniera migliore. Di norma prevede una rete metallica in prossimità del corrispondente tubo di uscita del serbatoio e all’ingresso del carburante.

Un filtro in buono stato serve a proteggere le valvole, la pompa di pressione e gli iniettori dalle impurità concentrate nella benzina. Così facendo, lo sporco viene trattenuto e l’impianto generale non presenta dei danni.

Quando cambiare il filtro della benzina

Carburante in auto

A differenza del filtro dell’aria, gli esperti sconsigliano di procedere con la pulizia. Oltre a non essere mai stati rilevati dei benefici derivanti da tale operazione, si corre il rischio di compromettere il regolare andamento dell’impianto interno. È di gran lunga preferibile procedere direttamente con il cambio, anche perché, a differenza di certi componenti, il costo risulta accessibile. La strada più facile è di appoggiarsi all’officina di fiducia, in possesso della competenza e degli strumenti adeguati al compito.

Fare il pieno alla stazione di servizio

Niente vi proibisce, comunque, di occuparvene in prima persona. Se volete pensarci voi stessi sappiate che occorre una conoscenza minima di meccanica. Altrimenti, onde evitare di peggiorare la situazione, vi raccomandiamo di contattare del personale qualificato. Certo, vi toccherà sostenere l’onere della manodopera, ma è comunque piuttosto basso. E poi conviene se pensiamo agli interventi che bisognerebbe eseguire laddove il compito non avvenisse nel modo corretto. A volte, spinti soltanto dalla necessità di risparmiare, si prendono decisioni avventate e le spese da sostenere risultano addirittura superiori del previsto.

Resta unicamente da dire ogni quanto procedere con il cambio del filtro dell’auto. In linea di massima, si raccomanda di stare sui 60 mila km o, anche meglio, sui 30 mila km. Per preservare al massimo la piena funzionalità di iniettori, pompa del carburante e sistema di trasmissione cercate di non superare la soglia dei 25 mila km.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!