Dodge Challenger SRT Demon 170 Dodge Challenger SRT Demon 170

Dodge Challenger SRT Demon 170: da 0 a 100 km/h in meno di 1″7

Tenete bene a mente un nome: Dodge Challenger SRT Demon 170. Se mai qualcuno, su questo modello, volesse sfidarvi in accelerazione, non accettate l’offerta, neppure se avete una hypercar a disposizione: rischiereste di fare brutta figura. Mentre la Challenger si avvia verso un futuro elettrificato, ecco spuntare un mostro a quattro ruote, capace di demolire qualsiasi rivale nelle drag race. Si tratta di una “belva”, con prestazioni sbalorditive, specie tenendo conto del fatto che può circolare su strada.

Andiamo subito alle cifre, per mettere in chiaro le cose. Qui il V8 sovralimentato da 6,2 litri eroga la bellezza di 1.039 cavalli di potenza e 1.280 Nm di coppia, con una miscela di etanolo E85. Le cifre scendono a 913 cavalli e 1.097 Nm con la E10. Nella configurazione più energetica, la Dodge Challenger SRT Demon 170 brucia il passaggio da 0 a 60 mph (0-96 km/h) in 1,66 secondi. Il tempo impiegato sul quarto di miglio con partenza da fermo è addirittura di 8,91 secondi, con una velocità d’uscita superiore ai 243 km/h.

Sono numeri marziani, ma hanno la certificazione NHRA. Penso che nessuna auto omologata per la strada possa snocciolare risultati del genere. Il fatto che questa vettura segni una forza in accelerazione (2,004 g) mai vista fino ad oggi sui mezzi ruotati di serie, accredita ulteriormente il suo primato. Nelle drag race, contro di lei, neppure la Bugatti Chiron a benzina e la Rimac Nevera elettrica possono fare qualcosa. Almeno sulla carta.

Per raggiungere questo risultato, gli uomini Dodge hanno dotato la Challenger SRT Demon 170 di un motore quasi del tutto nuovo. Le modifiche sono state così estreme che, in pratica, solo l’albero a camme non ha subito cambiamenti. Fra le componenti aggiornate, ovviamente, un ruolo di primo piano spetta al nuovo compressore volumetrico, che fornisce quasi il 40% di pressione di sovralimentazione in più rispetto alla Hellcat Redeye Widebody. Adesso, però, bando alle cifre. In casi del genere, infatti, i video sono molto più esplicativi. Guardate cosa riesce a fare quest’auto.

YouTube video

Fonte | Carscoops

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!