Ferrari Ferrari

Ferrari svendute dopo l’uragano: collezionisti fiutano l’affare

Sì, è strano a dirsi. Eppure, in passato la moda delle “barn find” dettava legge. Anche un modello di modico valore diventato improvvisamente prezioso, se rinvenuto all’interno di un fienile acquisiva interesse. Poi la bolla è scoppiata, con la situazione tornata alla normalità.

Tuttavia, ci sono veicoli in grado di far strabuzzare gli occhi (e battere forte il cuore agli appassionati). Prendiamo il lotto di 20 Ferrari protagoniste della prossima “Lost and Found Collection” alla Monterey Car Week 2023, in programma dal 17 al 19 agosto a Pebble Beach. Un affare difficilmente ripetibile, data la particolare storia che le accompagna, in grado di ridurne sensibilmente le quotazioni.

Ferrari d’epoca alla Monterey Car Week

Ferrari nell'autorimessa

Trovate presso un edificio in Florida poi gravemente danneggiato dall’uragano Charley nel 2004, le vetture della Ferrari sono state portare in un magazzino nell’Indiana, rimanendoci fino ai giorni nostri.

Ferrari malridotta

Saranno battute in un’asta esclusiva, con cimeli in buono stato e altri riportanti delle evidenti tracce della calamità naturale. Eppure, la sensazione è che non faranno fatica a trovare un nuovo proprietario. Gli esemplari in questione costituiscono delle rarità, uscite dalle catene di montaggio decine di anni fa e ormai quasi estinte. Tra le note positive si inseriscono la 330 GTS Pininfarina argentata, la 365 GTB/4 Daytona e la Testarossa del 1991.

Ferrari d'epoca

Mentre la livrea della prima è argentata, le restanti sfoggiano l’iconico rosso. La manutenzione è accettabile e lo stesso vale in proposito ad alcuni veicoli in tenuta da gara. Con il V12 Colombo da 290 CV, contro i 240 della versione originale, la 250 GT/L Berlinetta Lusso del 1964 è un gioiello. Non sfigurano al confronto le 512 BB Competizione, pilotata da Luigi Chinetti all’edizione 1978 della 24 Ore di Le Mans, e la 275 GTB, protagonista alla Targa Florio del 1966.

Finora ci siamo soffermati sulle note lieti, ma esistono pure quelle stonate e la poco invidiabile “maglia nera” spetta alla 500 Mondial Spider Series I, pressoché irriconoscibile: il telaio e la carrozzeria richiedono una sostituzione completa.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!