Tesla FSD, Full Self Driving, Beta Tesla FSD, Full Self Driving, Beta

Fuga di notizie fa trapelare un aggiornamento del Full Self-Driving (FSD) di Tesla

Dopo il lancio della versione Beta 11.4.7 del Full Self-Driving (FSD) in ottobre, una recente fuga di notizie ha permesso di venire a conoscenza di un nuovo aggiornamento. Pare che Tesla stia per rilasciare una nuova “patch” che promette di migliorare l’assistenza al parcheggio e il rilevamento di ostacoli in strada. Al contempo, l’aggiornamento sarebbe in grado di rendere più semplice l’attivazione del pilota automatico.Le note di rilascio del FSD Beta 11.4.8 sono trapelate sulla nota piattaforma social Reddit, dall’utente darwizzy333, ma ovviamente non sono ancora ufficiali. Tesla non ha annunciato la data esatta in cui verrà rilasciato questo aggiornamento.

Le note relative a questo step in avanti affermano che l’attivazione del pilota automatico cambierà da due pressioni della levetta a una sola. Migliorerà anche l’elaborazione video del veicolo con un nuovo modulo, ottimizzando ancora l’elaborazione delle informazioni visive. Tutto questo miglioramento potrebbe certamente comportare meno incidenti.

Si dice che l’aggiornamento fornisca un miglioramento del 6% alla capacità dell’FSD di rilevare oggetti che si muovono lungo il percorso. Secondo quanto riferito, sarà più intelligente anche la capacità di rilevare i limiti di corsia fino al 15% in più. Viene inoltre garantita una risposta accurata nel traffico, con una percezione migliore del 3% della velocità degli altri veicoli e del 10% per i livelli di accelerazione degli altri veicoli.

Full Self-Driving (FSD) di Tesla

L’aggiornamento prometterebbe anche cambi di corsia più fluidi e una maggiore sicurezza per pedoni e ciclisti. Si dice anche che il nuovo software sia meno lento grazie alla riduzione della latenza tra il veicolo e la rete del veicolo. Stando a quanto trapelato, dunque, pare che questo aggiornamento possa davvero migliorare la reattività, la precisione e la sicurezza dell’FSD. Resta da vedere se tutto ciò sia vero, ma speriamo che le prestazioni risultanti siano affidabili.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!