GIMS Qatar GIMS Qatar

GIMS Qatar: il primo marchio (un’eccellenza italiana) conferma la partecipazione

Il primo marchio (un’eccellenza italiana in tutto il mondo) ha comunicato che prenderà parte all’edizione di GIMS Qatar il prossimo ottobre

Tra gli organizzatori del salone dell’auto di Ginevra e i responsabili del turismo nel Paese del Medio Oriente nasce il nuovo evento GIMS Qatar. L’appuntamento, previsto a partire da quest’anno, andrà in scena dal 5 al 14 ottobre, in concomitanza con il Gran Premio di Formula 1.

Analogamente a quanto accaduto con il Campionato del mondo di calcio, l’annuncio ha scaturito parecchie polemiche, date le condizioni dei lavoratori migranti e il trattamento dell’omosessualità, ritenuta illegale. Ciononostante, i promotori della manifestazione hanno già assicurato che alla kermesse parteciperanno ben 30 marchi. E il primo a rompere gli indugi ha parlato giusto qualche ore fa: si tratta della Lamborghini.

GIMS Qatar: annunciato il primo marchio

GIMS Qatar

Lo ha annunciato l’amministratore delegato dell’azienda di Sant’Agata Bolognese, Stephan Winkelmann. A precisa domanda su cosa abbia fatto prendere tale decisione, il numero uno del marchio ha sottolineato quanto il mercato del Medio Oriente sia importante. In passato aveva espresso, a nome della compagnia, la riluttanza a prendere parte a saloni automobilistici di alto profilo. Al contrario, aveva sposato un’interazione più diretta con clienti e privati, attraverso degli eventi privati su scala ridotta.

Adesso la politica sembra essere di nuovo cambiata, anche se fino a un certo punto. Difatti, la Lamborghini continuerà a puntare perlopiù su manifestazioni ad hoc, dove sia sicura di avere tutte le luci della ribalta puntate contro. Tra le poche eccezioni figurano Pebble Beach, in cui nutre sempre delle elevate aspettative. Ciascun partecipante è, infatti, un potenziale acquirente e ciò lo considera l’ideale per un brand così esclusivo.

Nella scelta di prendere parte al GIMS Qatar dipende probabilmente pure dagli interessi del fondo sovrano nel gruppo Volkswagen, a cui appartiene. Il fondo sovrano del Paese conta una partecipazione del 17 per cento, senza poi dimenticare che in passato deteneva una quota rilevante delle azioni Porsche. Secondo quanto riferisce il magazine Autocar, ciascuna realtà del VW Group saranno protagoniste della cerimonia.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!