Le 5 supercar che le “persone normali” possono permettersi

Nel mondo delle supercar due decenni significano cambiamenti molto importanti, se non radicali. Abbiamo a che fare sempre di più con materiali avanzati e un’ingegneria moderna sempre più efficiente per le alte prestazioni. Pochi anni fa non sarebbe stato affatto possibile ciò che si realizza oggi. Da Ferrari a Pagani, le supercar degli ultimi 5 anni hanno spesso superato, abbondantemente, il milione di euro. E anche per qualche “ossessionato” per le supercar potrebbe essere davvero troppo. Per non parlare di una Koenigsegg CCXR Trevita da 4,85 milioni di dollari, solo per citarne una recente. Insomma, prezzi proibitivi che hanno messo ai margini anche facoltosi appassionati.

Non tutte le supercar, però, sono inaccessibili. Piuttosto che spendere diversi milioni di euro per acquistare l’auto dei sogni, ci sono alcune supercar interessantissime. Non solo per le prestazioni, senza dubbio eccezionali, ma anche per l’esperienza di guida mozzafiato.

Chevrolet Corvette ZR1, circa 140 mila euro. La vettura costruita in Kentucky, con un ottimo prezzo entry-level passa da zero a 100 in tre secondi. Si tratta della Corvette più avanzata e potente mai prodotta. Motore V8 sovralimentato da 6,2 litri costruito a mano con un compressore Eaton da 2,65 litri che offre 755 cavalli.

Ferrari Portofino, circa 212 mila euro. Questa è una supercar quasi da “status”, come tutti gli aspetti associati a chi ha una Ferrari. Il tempo da zero a 100 di 3,4 secondi garantisce le emozioni tipiche del Cavallino rampante. Display di infotainment da 10,2 pollici e interni lussuosi, morbidi, in pelle che ricordano ai passeggeri di stare seduti su un pezzo d’arte italiana. La Portofino è più leggera della Ferrari California e il nuovo cambio a doppia frizione a 7 marce è ancora più veloce.

McLaren 570S, 194 mila euro. Le portiere attirano l’attenzione. D’altronde è l’auto che compri quando proprio non vuoi passare inosservato. La supercar britannica è dotata di un motore centrale V8 biturbo che passa da zero a cento in 3,1 secondi. È la supercar più leggera della sua categoria e con la modalità “Pista”, “Normale” o “Sport” riesce a ottimizzare l’esperienza di guida per qualsiasi scenario.

Lamborghini Huracan RWD Coupé, 197 mila euro. Siamo davanti a un V10 che vanta 573 cavalli. Si arriva da zero a cento in 2,8 secondi ed è una supercar progettata per soddisfare i desideri dei veri automobilisti sportivi. Ecco dunque la trazione posteriore e un’impostazione SPORT che consente il massimo delle emozioni durante la guida con un leggero sovrasterzo. La trasmissione Lamborghini a doppia frizione traduce perfettamente la potenza di questo veicolo per un’esperienza di guida esaltante.

Porsche 911, 129 mila euro. È un classico, ma non è mai noioso. Con 443 cavalli sotto il cofano, quello della Carrera S Coupé del 2020, la nuova tecnologia rende la guida spericolata un po’ più sicura. Anche se non sembra cambiata molto, l’ultima 911 a trazione posteriore ha un motore, gli interni e il design migliorati. Il cambio automatico PDK a doppia frizione a otto rapporti è la migliore opzione. Non dimentichiamo che questo veicolo va da zero a cento in 3,7 secondi. Anche lei regala la sensazione di essere incollati alla strada.