Camion autonomi Camion autonomi

Camion autonomi: il 2024 sarà il loro anno

Alcune startup affermano che entro fine anno inizieranno i test in strada per i camion autonomi senza conducente

L’anno scorso è stato un anno difficile per i veicoli autonomi, che si è concluso male per il settore dopo l’improvvisa e drammatica caduta in disgrazia della compagnia di taxi robot Cruise. Tuttavia, ciò non impedirà ai produttori di sviluppare camion autonomi. Aziende come Aurora Innovations, Kodiak Robotics e Gatik AI prevedono di iniziare a testare camion autonomi senza operatori di sicurezza, cioè senza conducenti, già quest’anno. Ciò significa che ora dipenderanno interamente dai loro array di sensori e dal software.

Alcune startup affermano che entro fine anno inizieranno i test in strada per i camion autonomi senza conducente

“Alla fine dell’anno, prevediamo di arrivare al punto in cui potremo iniziare a guidare questi camion senza conducente a bordo “, ha affermato Chris Urmson, cofondatore e amministratore delegato di Aurora Innovations, citato da Bloomberg. Tali affermazioni causano preoccupazione tra alcuni critici. Tra questi ci sono organizzazioni come Advocates for Highway and Auto Safety e International Brotherhood of Teamsters, che sottolineano la mancanza di regolamentazione e trasparenza, nonché gli enormi danni che i camion possono causare se qualcosa va storto sulla strada.

I critici sostengono che le aziende sono motivate a ridurre le perdite sostenute dagli investitori durante le fasi di sviluppo e test. “Ci preoccupa la mancanza di regolamentazione, trasparenza e la carenza di una raccolta completa di dati”, ha dichiarato Cathy Chase, presidente di Advocates for Highway and Auto Safety. Tra coloro che si oppongono figura anche l’International Brotherhood of Teamsters, un sindacato con 1,3 milioni di membri che rappresenta autisti e magazzinieri.

Gli oppositori affermano che i camion rappresentano gravi rischi poiché viaggiano a velocità autostradale e possono pesare fino a 80.000 libbre, più di 15 volte il peso del problematico veicolo Cruise senza conducente della General Motors Co.

Camion autonomi

Tuttavia, le tre società hanno affermato che, poiché i camion operano su percorsi fissi e soprattutto su autostrade, sviluppare un software autonomo per loro è in realtà più semplice che svilupparlo per i taxi robot con cui i veicoli di Cruise devono affrontare traffico trasversale, pedoni, ciclisti, ecc. eccetera.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!