Turbo Turbo

Conoscete la differenza tra turbo e sovralimentato?

Da anni avete la patente e ormai siete convinti di sapere tutto in materia. Come spesso la vita ci insegna, però, è proprio in frangenti del genere dove veniamo sorpresi. Difatti, abbiamo sempre da imparare, pure a proposito della meccanica del mezzo. Ad esempio, un aspetto sulla quale regna tuttora parecchia confusione è la differenza tra un motore turbo e uno sovralimentato.

Una nutrita schiera di conducenti assume che siano sinonimo, in realtà, però, non è così. Anzi, le due tipologie presentano delle differenze piuttosto marcate, da conoscere soprattutto se avete intenzione di acquistare una nuova vettura in concessionaria.

Nel corso dei paragrafi seguenti vi andremo a spiegare, senza scendere troppo nei particolari, le caratteristiche uniche di ciascuna delle due opzioni. Una volta venuti a conoscenza dei tratti inconfondibili di ciascuno, avrete una maggiore consapevolezza in occasione dell’acquisto. Cerchiamo allora di capire quali sono i tratti fondamentali, le peculiarità dei due sistemi, vedendo non solo come funzionano, bensì anche le ripercussioni sulle performance complessive.

Le differenze tra motore turbo e sovralimentato

Turbo

Il motore turbo prevede una turbina e un compressore. I gas di scarico passano attraverso la turbina, addetta a far girare il turbo, in maniera da spingere l’aria mediante il compressore e incrementare, di conseguenza, la pressione. Al conseguimento di valori alti e, pertanto, di una velocità di crociera superiore, l’aria confluirà al collettore di aspirazione. Il pregio principale è costituito, in tal caso, dalle performance davvero degne di nota. Difatti, le macchine in possesso del suddetto impianto sono in grado di conferire maggiore potenza a parità di cilindrata. Ce ne si rende conto soprattutto nel caso degli esemplari dal carattere sportivo.

Motore turbo

Al contrario, il motore sovralimentato fa leva su un’unità turbocompressa, al fine di immettere una quantità d’aria superiore nella camera di combustione. Qui viene capitalizzata la forza del motore, mediante una cinghia o degli ingranaggi collegati all’albero motore.

Qual è il migliore? Una risposta non esiste: dipende dalle esigenze e dai gusti personali.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!