Datsun 1600 restomod Datsun 1600 restomod

Datsun 1600: Jay Leno controlla un restomod | Video

La Datsun 1600, commercializzata anche come 510 (ma non solo), prese forma nelle linee produttive della casa automobilistica giapponese dal 1967 al 1973. Ebbe un certo successo negli USA, dove si giovava della spinta di un motore Hitachi a 4 cilindri in linea da 1.6 litri di cilindrata, con 96 cavalli all’attivo. Questa vettura gettò le basi per la 240Z e per la linea di auto sportive Nissan Z.

Mike Spagnola, di Purpose Built Motors, ha eseguito un restomod sulla Datsun 1600, che ora ha sottoposto all’esame di Jay Leno. Il popolare personaggio televisivo statunitense, noto anche per la sua collezione di auto da sogno, si è prestato all’esperienza, per un video tutto da gustare.

A coinvolgerlo emotivamente in modo più alto del solito ci ha pensato il fatto che questo modello roadster è stato il secondo veicolo messo in garage nel corso della sua vita. L’esemplare posseduto da giovane, però, non somigliava per niente a quello protagonista del filmato, che non ha più la “verginità” di partenza.

Il restauro della Datsun 1600 in esame è partito dal metallo nudo, ma i cambiamenti estetici sono stati limitati. Giusto quelli che servivano per ospitare degli pneumatici più larghi. Cambia tutto, invece, sotto il cofano. Nel restomod, l’auto è alimentata da un motore 4 cilindri in linea SR20DET da 2.0 litri di cilindrata, mutuato da una Nissan 240SX di generazione S13. Con un turbocompressore aftermarket, la sua potenza massima è stata portata a circa 300 cavalli: una cifra ben più alta di quella espressa dall’unità propulsiva di serie.

Per far fronte al superiore calore emesso dal cuore, è stato piazzato un po’ di materiale isolante nel cofano anteriore. Sul piano dei freni, la scelta è caduta sull’impianto di una Nissan 300ZX. Così le decelerazioni sono più efficaci ed affidabili. L’impressione è che il lavoro di restauro ed aggiornamento abbia aggiunto molta più grinta al modello di partenza, ma ne valeva la pena? Sarebbe interessante conoscere il vostro punto di vista sull’argomento.

YouTube video

 

Fonte | MotorAuthority

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!