Fiat Panda 2024 render Fiat Panda 2024 render

Nuova Fiat Panda: con i nuovi incentivi potrebbe costare solo 7.000 euro

Con i nuovi incentivi, se confermati, la nuova Fiat Panda potrebbe arrivare a costare soltanto 7.000 euro nella versione elettrica.

Oggi è una giornata importante per quanto riguarda gli incentivi auto del 2024, con il Ministro Urso impegnato a delineare le nuove direttive dell’ecobonus. L’obiettivo primario è stimolare l’adozione di veicoli elettrici e a basse emissioni, un passo fondamentale verso una mobilità più sostenibile. Se le previsioni saranno confermate, il nuovo pacchetto di incentivi sarà operativo tra un paio di mesi, entro la fine marzo. L’entrata in vigore degli incentivi si allinea perfettamente con il lancio della nuova Alfa Romeo Milano, di cui abbiamo recentemente visto gli ultimi render che immaginano il suo design definitivo, ma l’auto che potrebbe beneficiarne maggiormente è la nuova Fiat Panda.

Con i nuovi incentivi la nuova Fiat Panda potrebbe costare 7.000 euro

L’11 luglio segnerà il debutto globale della nuova Panda, che evolverà in un B-SUV, adottando dimensioni maggiori rispetto al modello attuale. Nonostante le informazioni sulla Panda 2024 siano ancora molto limitate, è confermato che condividerà molti elementi con la Citroen e-C3, presentata ufficialmente lo scorso ottobre. Il veicolo francese ha un prezzo base di circa 24.000 euro, con una variante da 200 km di autonomia prevista intorno ai 20.000 euro. Questo range di prezzo dovrebbe rappresentare il punto di partenza per la nuova Panda, posizionandola come l’opzione elettrica più accessibile sul mercato.

Nuova Fiat Panda

Considerando l’applicazione degli incentivi, la nuova Panda potrebbe diventare l’auto più economica sul mercato italiano. Con l’applicazione massima del bonus, che ci auguriamo venga confermato, il prezzo potrebbe ridursi fino ad un massimo di 13.750 euro, rendendo il costo finale del B-SUV incredibilmente vantaggioso, circa 7.000 euro.

Ricordiamo che la produzione della prossima Panda avverrà nello stabilimento di Kragujevac in Serbia e poggerà sulla piattaforma Smart Car di Stellantis. Questa piattaforma rappresenta una versione semplificata dell’innovativa CMP, che da anni è alla base della produzione di city car sia italiane che internazionali. Le dimensioni previste si aggirano intorno ai 4 metri di lunghezza, con una batteria al litio-ferro-fosfato (LFP) da 44 kWh.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!