Pagani Huayra R Evo Pagani Huayra R Evo

Nuova Pagani Huayra R EVO: la scoperta estrema per la pista

Ecco cosa può nascere quando un costruttore come Pagani punta al piacere assoluto.

Poche ore fa vi avevamo dato una succosa anticipazione del suo arrivo. Ora il modello si svela nei dettagli. Stiamo parlando della Pagani Huayra R Evo, una hypercar da pista a cielo aperto che si riallaccia idealmente ai prototipi da corsa in versione spyder degli anni romantici. In quel periodo storico la casa di San Cesario sul Panaro non era ancora nata, ma l’amore di Horacio Pagani per le auto speciali, probabilmente, si consolidò.

Il nuovo modello spinge i confini delle prestazioni a un livello superiore. Si unirà ad Arte in Pista, l’esclusivo programma riservato ai possessori di track Hypercar. La connessione ideale coi bolidi della 24 Ore di Le Mans degli anni settanta trova riscontro visivo nella “codalunga“. Con lei, i fortunati clienti potranno divertirsi fra i cordoli, amministrando le danze di un autentico gioiello tecnologico, costruito con cura maniacale per ogni dettaglio.

Pagani Huayra R Evo
Foto Pagani

Estrema ma vocata al più puro divertimento, la Pagani Huayra R Evo è come un vulcano da cui sgorgano scariche di adrenalina ai massimi livelli. Con lei sono state esplorate nuove potenzialità in ambito stilistico e ingegneristico. L’hypercar modenese si offre allo sguardo con avvolgenti superfici in policarbonato. Il fatto che si possano togliere i due tettucci rende ancora più intimo il rapporto col mondo circostante e con il suono del V12 aspirato che ne anima le dinamiche.

Stiamo parlando di un motore da 900 cavalli, nato dalla collaborazione strategica tra Pagani e HWA AG, che dispone della tecnologia più moderna. La coppia massima, di 770 Nm, è disponibile da 5.800 fino a 8.200 giri al minuto. Pensata per le massime prestazioni in pista, fino alla linea rossa dei 9.200 giri al minuto, la Pagani Huayra R Evo è una vera belva. Il vigore energetico giunge al suolo col supporto di un cambio sequenziale a sei rapporti, che promette massima precisione in inserimento di marcia, tempi di cambiata estremamente ridotti e un peso complessivo molto basso.

Particolarmente curato lo studio aerodinamico. Ogni linea e superficie della nuova hypercar è concepita per generare il massimo livello di deportanza: a 320 km/h, in assetto ribassato, la vettura genera un carico verticale superiore al suo stesso peso in ordine di marcia. Non ci crederete, ma in configurazione aperta la downforce tocca il suo apice, con un guadagno di carico verticale, sia all’anteriore che al posteriore, di un ulteriore 5%. I materiali compositi sono abbondantemente presenti nel corpo della Pagani Huayra R Evo, a partire dalla monoscocca, che registra livelli di robustezza di riferimento. L’azione frenante fa capo a nuovi dischi carbo-ceramici CCM-R autoventilati accoppiati a pastiglie racing, che donano alla Huayra R Evo una potenza di frenata di prim’ordine.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!