Stellantis investe in Tiamat, azienda che sviluppa batterie agli ioni di sodio

Stellantis ha investito 22 milioni di euro in Tiamat, azienda francese che si occupa dello sviluppo di batterie agli ioni di sodio.
Stellantis

Le case automobilistiche stanno mostrando un interesse crescente per la tecnologia delle batterie agli ioni di sodio, una tendenza che si sta consolidando nel settore. BYD, leader nel settore delle auto elettriche, ha avviato da poco la costruzione di una fabbrica dedicata alla produzione di questi accumulatori. Le caratteristiche distintive di queste batterie le rendono ideali per applicazioni specifiche, come le microcar e le citycar elettriche.

Stellantis investe 22 milioni di euro in Tiamat, azienda francese che si occupa di batterie agli ioni di sodio

In parallelo, Stellantis, tramite il suo fondo di venture capital Stellantis Ventures, ha effettuato un investimento strategico in Tiamat, un’azienda francese all’avanguardia nello sviluppo e nella commercializzazione di questa tecnologia. La chimica degli ioni di sodio si distingue per la potenzialità di ridurre i costi, aumentare la sostenibilità e migliorare le prestazioni a basse temperature. Ned Curic, Chief Engineering and Technology Officer di Stellantis, sottolinea l’importanza di esplorare nuove soluzioni per batterie più sostenibili ed economicamente vantaggiose, utilizzando materie prime facilmente reperibili. Questo approccio è cruciale per il piano Dare Forward 2030 di Stellantis, volto a soddisfare le aspettative dei clienti verso veicoli a emissioni zero che offrano autonomia, prestazioni e convenienza.

Per realizzare il suo ambizioso piano di elettrificazione, Stellantis sta investendo massicciamente in capacità produttive di batterie, mirando a raggiungere circa 400 GWh. Il Gruppo ha anche assicurato l’approvvigionamento di materie prime per veicoli elettrici fino al 2027 attraverso una serie di accordi strategici. Parallelamente, l’azienda sta esplorando tecnologie alternative, investendo in batterie allo stato solido con Factorial Energy, nella chimica litio-zolfo con Lyten e, naturalmente, nella tecnologia degli ioni di sodio con Tiamat.

Stellantis

Stellantis Ventures ha contribuito a un round di finanziamento da 22 milioni di euro per Tiamat, sostenendo così lo sviluppo di un impianto di produzione di batterie agli ioni di sodio in Francia. Inizialmente, queste batterie saranno impiegate in apparecchi elettrici e in sistemi di accumulo stazionari. Successivamente, Tiamat prevede di aumentare la produzione, introducendo batterie di seconda generazione specificatamente progettate per veicoli elettrici.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!