Tesla Cybertruck Tesla Cybertruck

Tesla Cybertruck: forse troppo alte le previsioni di vendita

La Tesla Cybertruck è un’auto molto singolare. Ha un look fuori dagli schemi e dai canoni della bellezza. Con questa estetica, forse, non avrebbe trovato un solo cliente con un marchio diverso da quello di Elon Musk. Ma porta la “T” stilizzata, quindi intercetta gusti irrituali. I vertici della casa di Austin si aspettano grandi volumi. Secondo Morgan Stanley, però, le previsioni di vendita del modello potrebbero essere troppo ottimistiche.

Gli analisti della nota banca d’affari pensano che la vettura sia troppo radicale per essere accettata dal mainstream. Secondo loro, il gigantesco pick-up elettrico entrerà nel cuore e nelle opzioni di scelta di un numero di persone inferiore rispetto alle aspettative del costruttore statunitense. Morgan Stanley ipotizza volumi commerciali nell’ordine dei 50 mila esemplari l’anno, cifra molto più bassa di quella che Elon Musk vorrebbe.

Questa insolita auto elettrica, secondo loro, ha un valore culturale più che economico in senso stretto, essendo una specie di manifesto dello spirito innovativo di Tesla. I numeri previsti rientrano nel campo delle previsioni, ma su una cosa si ha invece la certezza oggettiva: Cybertruck è in ritardo sulla tabella di marcia inizialmente prevista.

Lo stravagante veicolo sembra un mezzo proveniente da un universo lontano. Sono passati ormai diversi anni dal suo vernissage, avvenuto il 21 novembre 2019 presso il Tesla Design Studio di Hawthorne, in California. La firma stilistica è del designer Franz von Holzhausen, che ha plasmato un oggetto difficile da decifrare. Forse la ricerca di un’impronta futurista è stata l’unica direttrice di marcia seguita per definirne i tratti.

Il risultato? Un’auto goffa e sbilenca, non adatta al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este. Chi ama l’armonia e la bellezza preferisce guardare verso altri lidi. Tre le versioni previste: Single Motor RWD, Dual Motor AWD e Tri Motor AWD. Quest’ultima è la più potente e prestazionale della serie, grazie alle 3 unità propulsive di cui gode. È anche quella più costosa e con maggiore autonomia.

YouTube video
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!